La pulizia dei pavimenti esterni non ha più segreti

pulizia dei pavimenti esterni

Condividi questo articolo

Pulire i pavimenti esterni può essere molto faticoso e difficile, soprattutto se le piastrelle sono esposte tutto l’anno alle intemperie. Ma con i prodotti e i metodi giusti è possibile riportare il pavimento esterno allo splendore di un tempo, e soprattutto mantenere le piastrelle del giardino pulite e in ottime condizioni tutto l’anno.

 

Come pulire le mattonelle esterne?

Per iniziare, è importante rimuovere tutti i detriti e la sporcizia dalle piastrelle. Si può utilizzare una scopa o un aspirapolvere per rimuovere i detriti grossolani, dopo di che dovremo provvedere a un lavaggio con acqua e sapone per rimuovere lo sporco più fine. Per rimuovere le macchie più ostinate, si possono utilizzare prodotti specifici per la pulizia dei pavimenti esterni. Esistono molti prodotti sul mercato, alcuni dei quali possono essere diluiti in acqua per rimuovere in modo efficace le macchie di muffa, di erba e di guano. È importante scegliere detergenti non aggressivi, specialmente sul cotto e su altri materiali naturali e lapidei, seguire attentamente le istruzioni sulla confezione e utilizzare solo i prodotti adatti alle piastrelle del giardino – il consiglio, è di diluire il prodotto più di quanto viene riportato sulle istruzioni, e magari fare due passaggi invece che uno.

 

Pulire le piastrelle del giardino non basta.

Una volta che le piastrelle del giardino sono state pulite e risciacquate, è possibile utilizzare un getto d’acqua (idropulitrice o pompa di casa) per rimuovere eventuali residui e lasciare le piastrelle perfette. Se le mattonelle sono state trattate con un sigillante, possiamo utilizzare un detergente specifico per sigillanti per mantenere l’effetto protettivo. Il trucco, se vogliamo mantenere il nostro pavimento esterno nel lungo periodo, è rimuovere immediatamente eventuali macchie o detriti il prima possibile, e programmare una pulizia periodica tutto l’anno, senza aspettare la bella stagione.

 

Come eliminare il muschio dai pavimenti esterni? E la muffa?

Il muschio può essere difficile da eliminare dai pavimenti esterni, ma esistono diverse strategie. Anzitutto possiamo rimuovere manualmente il muschio con un rastrello a setole dure o con una spatola. Questo metodo è un po’ faticoso, ma è molto efficace per rimuovere la maggior parte del muschio dalle piastrelle e dalle fughe. Se il muschio (o la muffa) è particolarmente ostinato, possiamo ricorrere alle maniere forti e usare una soluzione di acqua e acido muriatico (attenzione, maneggiare con molta cura e indossare guanti e dispositivi di sicurezza personale!).

Un metodo comune, meno pericoloso ma altrettanto funzionale, per eliminare il muschio dai pavimenti esterni è quello di utilizzare una soluzione di acqua e candeggina. La candeggina è un disinfettante e può uccidere il muschio e altre muffe. Anche in questo caso, è importante seguire attentamente le istruzioni e utilizzare i dispositivi di protezione personale. Per prevenire la formazione del muschio dobbiamo evitare l’umidità eccessiva, ad esempio rimuovendo immediatamente l’acqua stagnante e limitando l’ombra sulla superficie trattata, ma non sempre è un’operazione possibile nel nostro giardino.

 

Come pulire le macchie nere sul cotto esterno?

Le macchie nere sul cotto esterno sono causate da muffe e licheni, per questo sono difficili da rimuovere, ma abbiamo a disposizione diversi metodi per pulire queste macchie e ripristinare l’aspetto originale del cotto – ecco un articolo specifico per la corretta manutenzione del cotto. Una delle opzioni più semplici è quella di utilizzare un detergente a base di cloruro di calcio. Il cloruro di calcio è un disincrostante forte che rimuove le macchie di muffa e licheni dalle piastrelle di cotto. Possiamo applicarlo con un pennello o una spazzola seguendo le istruzioni sulla confezione, lasciarlo agire 10 minuti e risciacquarlo bene: a questo punto le macchie nere sul sotto vengono via con facilità.

Altre opzioni che abbiamo a disposizione per la pulizia dei pavimenti esterni, in particolare per le macchie nere sul cotto esterno, sono l’acido muriatico e la soda caustica. Entrambi sono molto aggressivi per il cotto e soprattutto per la nostra sicurezza, quindi facciamo attenzione, seguiamo le istruzioni e proteggiamoci.

 

Come pulire le fughe dei pavimenti esterni?

Per pulire le fughe dei pavimenti esterni possiamo utilizzare una soluzione detergente a base di acqua e sapone per pavimenti, o un detergente specifico per fughe in cotto o in pietra – entrambe soluzioni delicate e non aggressive. Possiamo aiutarci con un pennello a setole morbide o una spazzola a setole metalliche per rimuovere lo sporco più ostinato, oppure un getto d’acqua ad alta pressione. Dopo che abbiamo pulito le fughe, risciacquiamo energicamente per eliminare ogni residuo di sapone o detergente.

 

Come lucidare il pavimento esterno?

A seconda del materiale di cui è fatto il pavimento esterno, ad esempio cotto o pietra, mattonelle o altro, possiamo trovare la soluzione migliore per avere un pavimento esterno lucido e come nuovo, ma diciamo fin da subito che per lucidare il pavimento esterno è necessario utilizzare una macchina lucidatrice. Ne esistono differenti tipologie, alcune manuali altre elettriche, ma generalmente tutte hanno la funzione di rimuovere lo strato superficiale del pavimento per lasciare una finitura lucida e pulita.

Anche in questo caso è importante cominciare rimuovendo tutti i detriti e la sporcizia dal pavimento con una scopa, e con una prima passata di acqua e detergente per eliminare anche lo sporco più . Soltanto a questo punto possiamo procedere con la lucidatura vera e propria, che avviene con una testina di lucidatura in microfibra o in lana d’acciaio. Se vuoi approfondire l’argomento, in questo articolo parliamo della lucidatura professionale dei pavimenti. È possibile acquistare o affittare una macchina di questo tipo presso un negozio di ferramenta o un’azienda di noleggio attrezzature, oppure contattare una ditta specializzata nel trattamento e nella pulizia dei pavimenti esterni che effettuerà il lavoro al posto nostro.

 

Consiglio extra per la pulizia del pavimento esterno.

Se non siamo sicuri del detergente che abbiamo acquistato, o dell’attrezzatura come spazzole e spugne, la cosa migliore da fare è provare a pulire un piccolo perimetro di pavimento esterno in una zona più nascosta, così eviteremo di fare danni visibili che saranno poi molto difficili da riparare. Pulire i pavimenti esterni è sempre ostico, ma possiamo rinnovare il nostro spazio all’aperto con un po’ di olio di gomito o con l’aiuto di un impresa di pulizie specializzata. La bella stagione si avvicina!

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetto" permetti il loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi