Come pulire i divani senza combinare disastri

pulire i divani

Condividi questo articolo

Divani e poltrone sono croce e delizia della nostra casa: comodi e accoglienti, rischiano però di macchiarsi con estrema facilità, e non sempre è possibile rimediare al danno. O almeno questo è quello che credono in molti, perché con i prodotti giusti e l’esperienza di chi fa questo mestiere da più di 30 anni, non esistono macchie impossibili da eliminare. Ecco come pulire i divani e le poltrone, senza combinare disastri.

Non importa di qualche materiale sia rivestito il tuo divano: pelle, cotone, velluto o altro tipo di tessuto, ognuno ha il suo prodotto smacchiante e il suo metodo di lavorazione per farlo tornare come nuovo. Per il momento ci basta sapere se il divano è sfoderabile o meno.

 

La pulizia dei divani sfoderabili.

I divani sfoderabili  sono di norma più semplici da lavare, spesso possiamo mettere la fodera direttamente in lavatrice, con il programma e il detersivo adatti, e il gioco è fatto – ricordandoci di controllare che sia perfettamente asciutta prima di rimetterla a posto. Se non entra in lavatrice, o è un materiale particolare, possiamo sempre portarla in lavanderia per un lavaggio e secco o ad acqua. Più difficile sarebbe portare la lavanderia a casa nostra, se non è sfoderabile. In questo caso Cormorano Service è l’impresa di pulizie per divani e tessuti che fa al caso tuo!

Prima di mettere il rivestimento del divano in lavatrice, però, dobbiamo aspirare tutto lo sporco e la polvere, eventuali peli di animali domestici e cenere, usando l’aspirapolvere dotata di beccuccio oppure una semplice spazzola per la polvere tipo spolverino o piumino. A questo punto leggiamo l’etichetta sulla fodera e scegliamo lavaggio e prodotti giusti. Consiglio: meglio qualche grado e qualche giro di centrifuga in meno, se non siamo sicuri di quello che stiamo facendo. E lo stesso discorso vale anche per la quantità di detersivo.

 

Come pulire un divano non sfoderabile?

Pulire i divani non sfoderabili, dicevamo, è più complesso per ovvie ragioni, quindi abbiamo due scelte: ci possiamo affidare a un servizio di pulizia di tessuti professionale, oppure provare a smacchiare il divano da soli, seguendo qualche indicazione e suggerimento per non espandere la macchia e peggiorare la situazione. Se la prevenzione rappresenta sempre la cura migliore, noi siamo contrari al copridivano, vogliamo godere a pieno il nostro soggiorno!

Quindi, per smacchiare un divano non sfoderabile, per prima cosa andiamo a cercare l’etichetta sotto i cuscini, cerchiamo di capire al composizione esatta del tessuto e le eventuali indicazioni per la pulizia. Nel caso non trovassimo indicazioni utili sulla pulizia del divano, possiamo contattare i rivenditore e chiedere indicazioni. A questo link trovi la spiegazione dei simboli sulle etichette dei tessuti.

Se invece abbiamo capito quale prodotto e quale strumento usare (tra poco li vediamo), il consiglio è di provare su una piccola porzione di tessuto del divano più nascosta (anche se la macchia è da un altra parte), procedere al trattamento e lasciare asciugare, poi controllare il risultato: se non si vede niente, siamo sulla strada giusta.

 

Come smacchiare il divano in tessuto con rimedi casalinghi.

Nei negozi specializzati possiamo trovare diversi prodotti detergenti per pulire i divani in tessuto e non, ma a volte anche i rimedi casalinghi possono rivelarsi efficaci per l’igienizzazione del divano e di ogni tipo di poltrona o sofà. Il sapone di Marsiglia è sempre un buon alleato per i tessuti, perché riesce a smacchiare ma non è aggressivo: basta scogliere qualche scaglia in mezzo litro di acqua tiepida e utilizzare un panno in microfibra per strofinare la macchia, lasciare asciugare e se è rimasto un alone ripetere l’operazione un’altra volta. Possiamo provare lo stesso procedimento anche con acqua e aceto, ma per le macchie più ostinate aggiungiamo alla nostro soluzione un cucchiaio di bicarbonato. Se il tessuto del divano è bianco, l’ammoniaca è portentosa (un cucchiaio pieno in mezzo litro d’acqua), ma strofiniamo con delicatezza.

 

Come lavare i divani pelle senza rovinarli.

La pelle è sempre più difficile da trattare del tessuto: se è vero che assorbe un po’ meno le macchie, quando accade son dolori! Non è semplice pulire i divani in pelle, soprattutto se si tratta di pelle colorata, perché strofinando rischiamo di creare degli aloni e di scolorire la zona. Per questo evitiamo detergenti e utilizziamo soltanto un panno di pelle di daino imbevuto di acqua tiepida e strizzato bene. La pelle bianca è più semplice da pulire, perché possiamo usare una goccia di detergente delicato, anche sapone di Marsiglia.

 

La pulizia fai da te dei divani in tessuto.

Il tessuto è come una calamita per la polvere e per i peli, quindi prima di procedere con qualunque operazione di lavaggio del divano assicuriamoci di aver spirato bene, a fondo, ogni centimetro della superficie e di aver spazzolato il divano in entrambi i sensi del velluto. Aceto e acqua tiepida, oppure acqua tiepida e qualche goccia di sapone per i piatti: nella maggior parte dei casi, per quasi tutte le macchie, sono sufficienti questi trattamenti. Il consiglio è di asciugare con il phon la zona interessata, mantenendo però l’asciugacapelli a distanza, per non scaldare troppo e rovinare il velluto.

 

Pulizia dei divani: 3 regole da seguire sempre.

La pulizia ordinaria dei divani dovrebbe avere almeno una volta a settimana. Non porta via molto tempo e mantiene il nostro soggiorno in ordine e sempre comodo. Ecco 3 suggerimenti:

  • Far prendere aria ai cuscini mantenendoli freschi, prendendoli uno per volta e sbattendoli con le mani. In questo modo eliminiamo la polvere e soprattutto manteniamo la forma.
  • Per i divani sfoderabili è consigliato togliere il rivestimento e stenderlo all’aria aperta per qualche ora, mai però alla luce diretta del sole. Così eliminiamo polvere e acari e preveniamo le allergie.
  • Quando passiamo l’aspirapolvere in soggiorno, concentriamoci anche sul divano, sia sopra che sotto ai cuscini con il beccuccio in dotazione. Oppure usiamo una spazzola morbida con delicatezza, per non rovinare il tessuto.

 

Se i rimedi casalinghi non sono sufficienti, se le macchie sono così ostinate o coprono una superficie considerevole del divano, meglio non insistere con i metodi di pulizia che abbiamo visto, perché potremmo combinare un disastro. Non è facile smacchiare i tessuti delicati. Meglio alzare il telefono e contattare un’impresa di pulizie specializzata nel trattamento e nella pulizia dei divani su Firenze e provincia. Siamo qui per questo.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetto" permetti il loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi